Vibonese – Potenza: La storia dice…

Ultima giornata del girone di andata e a Vibo Valentia giungerà il Potenza, vittorioso sulla Casertana nell’ultimo turno. Dall’altra parte una Vibonese vogliosa di tornare alla vittoria dopo le ultime prove prive di soddisfazioni da tre punti. Appuntamento, allo stadio Luigi Razza mercoledì, festa di Santo Stefano, alle 17,30.

I PRECEDENTI

Sono tre i precedenti, al Razza, tra calabresi e lucani. Bilancio in perfetta parità con una vittoria a testa ed un pareggio. Primo incrocio nel campionato di serie D girone I stagione 1999-00. Finì con la vittoria esterna del Potenza per 3 a 1 con reti di Paparella, Dos Santos e Chiera per i lucani e di Perotti per i calabresi. Fu l’ultima partita di Bruno Jacoboni sulla panchina della Vibonese, prima di essere sostituito da Figliomeni.
Il secondo incrocio nel successivo campionato di serie D, sempre girone I, stagione 2000-01. Le due squadre impattarono sull’ 1 a 1 grazie alle reti di De Luca per la Vibonese e di Paniccia per il Potenza.
Terzo ed ultimo incrocio nell’ ultima giornata di campionato di Serie C2 girone C stagione 2006-07. Vinse la Vibonese 1 a 0 e, grazie alla rete di Emanuele Alessandrì, raggiunse la salvezza senza passare dai play-out.

LA ROSA

L’allenatore del Potenza è Giuseppe Raffaele, vecchia conoscenza della Vibonese per averlo avuto tra le proprie fila, nella stagione 2001-02 con 27 gare e 4 reti, e lo scorso anno da avversario sulla panchina dell’ Igea Virtus. Il modulo preferito è il 4-3-3. Il portiere è Raffaele IOIME, 44 presenze in Serie C con Legnano, Latina, Ischia e Potenza. I centrali di difesa sono l’esperto brasiliano, classe 80, EMERSON, 31 gare e 3 reti in serie A con il Livorno, 121 gare e 7 reti in serie B con Reggina e Livorno, e 181 gare e 13 reti in serie C con Taranto, Lumezzane, Padova, Feralpisalò e Potenza, ed il giovanissimo, classe 97, Vincenzo DI SOMMA, 18 gare in serie C con Cosenza e Potenza.
A destra si alternano, Giuseppe COCCIA, già 16 gare in serie C con il Potenza, e Simone SALES, 199 gare e 2 reti in serie C con Cremonese, Lecce, Venezia, Carrarese, Teramo e Potenza. A sinistra, invece, Maxime GIRON, 11 gare in serie B con l’Avellino e 80 gare e 4 reti in serie C con Melfi, Reggiana, Juve Stabia, Bisceglie e Potenza. Alternativa a sinistra il giovanissimo, classe 99, Ciro PANICO, alla decima presenza in Serie C con la maglia rossoblu potentina.
Nelle ultime uscite, i tre di centrocampo, più utilizzati dall’inizio, sono stati Marco PICCINNI, 2 gare in B con il Bari e 158 gare ed una rete in serie C con Lucchese, Piacenza, Barletta, Andria e Potenza, Antonio MATERA, 5 gare in B con il Benevento e 74 gare in C con Barletta, Andria e Potenza, e Francesco DETTORI, 53 gare in serie B con Avellino, Pescara e Triestina, e 282 gare e 32 reti in serie C con Potenza, Pescara, Cremonese, Perugia, Carrarese, Arezzo, Padova e Feralpisalò. Le alternative nella zona nevralgica del campo, sono Mario COPPOLA, 124 gare e 5 reti in serie C con Portogruaro, Arezzo, Pro Patria e Potenza, e Vincenzo PEPE, 58 gare e 4 reti in serie B con Avellino, Salernitana e Lanciano, e 150 gare e 11 reti in serie C con Cremonese, Venezia, Salernitana, Siracusa, Nocerina, Pro Vercelli, Messina, Martina e Potenza.
Il tridente offensivo ha visto come interpreti Leandro GUAITA, schierato spesso anche come centrocampista, 15 gare e 3 presenze in Serie C con il Potenza ed esperienze nei campionati di Argentina, dell’Honduras e dell’Ecuador, Nicola STRAMBELLI, 3 gare in serie A e 20 gare ed una rete in serie B con il Bari e 111 gare e 16 reti in C con Sorrento, Taranto, Andria, Matera e Potenza, con Giuseppe GENCHI, 136 gare e 29 reti in serie C con Giulianova, Manfredonia, Monopoli e Potenza, spostato al centro del tridente quando è assente il centravanti titolare Carlos FRANÇA, 15 gare e 8 reti in serie C con il Potenza, quest’anno, ma con tantissima esperienza nei campionati minori dove ha realizzato oltre 200 reti. Pronto a dare una mano, subentrando dalla panchina, Francesco Paolo SALVEMINI, 83 gare e 14 reti in serie C con Andria, Messina, Akragas, Monopoli e Potenza.

UN PÒ DI STORIA

La migliore stagione della storia dei lucani è un quinto posto in serie B nella stagione 1964/65. Ci piace ricordare, tra le fila di quel Potenza, la presenza di Andrea Nesti, ex della Vibonese nel campionato di IV serie della stagione 1958-59.
Tra le partite da ricordare, nonostante la sconfitta per 2 a 0 con doppietta di Manfredini, un incontro di Coppa Italia per aver ospitato la Roma ed una vittoria a Napoli in serie B nel 1964-65 per 2 a 1 con reti di Carrera e Romito per i lucani e rete di Gilardoni per i partenopei.
Il calciatore che ha vestito più di tutti la maglia del Potenza è stato il portiere Antonio Marganella, mentre il calciatore più prolifico, di reti all’attivo, è stato Nando Scarpa autore di 51 segnature.
Tra i calciatori più ricordati dai tifosi lucani, sicuramente, la coppia Silvino Bercellino e Roberto Boninsegna che nella stagione 1964-65 in serie B siglarono, rispettivamente 18 e 9 reti, Franco Carrera, 10 reti in B nel 1966-67, Corucci, 16 reti in C nel 1969-70, Libro, 12 reti in C1 nel 1992-93, Giuseppe Catalano, 13 reti in C2 nel 1979-80, Morello, 12 reti in C2 nel 2005-06, Pietro Camozzi, 15 reti in serie D nel 1960-61, il già citato Nando Scarpa, 16 reti in D nel 1974-75, De Biase, 13 reti in D nel 1977-78, Petrella, 17 reti in D nel 1987-88, Giulio Spader, ex della Vibonese e 21 e 22 reti in D nelle stagioni 1996-97 e 1997-98, Filippo Tortora, 15 reti in D nel 1999-00, De Simone, 27 reti in D nel 2000-01, Criniti e Zotti, 18 e 13 reti in D nel 2003-04, Palumbo, 20 reti nel 2014-15, e França, 25 reti nella stagione scorsa in serie D. E ancora Aldo Agroppi, Franco Battisodo, Rosario Di Vincenzo, Roberto Tancredi, Fernando Veneranda, Giulio Andreuzza, Vincenzo Laveneziana, Luigi Imparato, Giuseppe Greco, Ciccio Colonnese, Massimo Venturini, Emiliano Bigica, Guido Ugolotti, Marco Sansonetti, Raffaele Ametrano, Giorgio Lucenti e tanti, tanti, altri.

Approfitto dell’occasione per augurare buon Natale a tutti.

Massimo Bordacchini