Fabio Tito sposa il progetto della Vibonese

Era stato scelto per giocare in Serie C e lui ha accettato Vibo e la Vibonese nonostante la Serie D (parentesi che si spera sia solo momentanea). Fatto sta che da oggi Fabio Tito è a tutti gli effetti un calciatore della Vibonese, avendo trovato l’accordo con il club rossoblù, rappresentato nella circostanza dal direttore generale Danilo Beccaria e dal direttore tecnico Simone Lo Schiavo.

Nato a Castellammare di Stabia il 10 luglio del 1993, Fabio Tito, cresciuto nel Settore giovanile del Napoli, è già stato alle dipendenze di Sasà Campilongo con la maglia dell’Ischia, vincendo il campionato di Serie D. Al suo attivo pure la terza serie nazionale con Casertana e Fidelis Andria. E la tifoseria rossoblù a Tito ed alla squadra chiede proprio questo, ossia di tornare in Serie C. “Giocare qui in D o in C fa poca differenza – queste le prime parole del neo acquisto rossoblù – e dopo quindici giorni di allenamenti con questa squadra e con questo gruppo ho scelto la Vibonese a prescindere dalla categoria. Vincere il campionato non è facile. Ma ci proveremo, dando sempre il massimo. E nel frattempo speriamo che la società veda riconosciute le proprie ragioni”.

Il dg Beccaria ha colto l’occasione dell’ingaggio di Tito sia per ribadire che il percorso avviato dalla Vibonese prosegue, sia per “ringraziare tutti quei tifosi e tutta quella gente che ci sta manifestando continuamente e costantemente vicinanza e solidarietà”.

Da parte del direttore tecnico Lo Schiavo “la soddisfazione per aver qui con noi un altro elemento di spiccato valore qual è Fabio Tito. Siamo certi di aver messo al nostro interno un calciatore che saprà fare la sua parte alla pari di un gruppo che ha tanta voglia di regalare alla città di Vibo ed alla società le soddisfazioni che merita”.