E’ una Vibonese “Forza quattro”: numeri e curiosità dopo Caserta

Dalla regola del tre. Alla regola del quattro. Dai canti danteschi ad un meno “aulico” gioco da tavolo prodotto negli anni settanta dalla Milton Bradley: “Forza 4”. Tutti, almeno una volta nella vita, ci abbiamo giocato. Bisognava mettere in fila orizzontale, verticale o diagonale i propri tasselli. Mini dischi dal colore rosso o blu. Guarda caso i colori ufficiali della Vibonese. La squadra più in forma del campionato. Almeno nelle ultime quattro giornate. Tre vittorie ed un pareggio. Per un totale di dieci punti in cassaforte che valgono il quartoposto in classifica. Nessuno nel girone C di terza serie ha fatto meglio nello stesso periodo. Ma non è tutto. Nessuno, a parte la Feralpisalò di Mimmo Toscano, è riuscita ad inanellare lo stesso numero di punti in tutte e tre i gironi di Serie C. Quattro (e quarantaquattro secondi) come i minuti della ripresa serviti alla Vibonese per ristabilire gli equilibri e strappare un punto pesantissimo al “Pinto” di Caserta. Gara che ha “regalato” alla Vibonese il quarto moschettiere stagionale. O quarto marcatore dell’anno, se preferite. Insieme a Taurino, Bubas e De Carolis, si è aggiunto Mario Prezioso. Che di anni ne ha 22. Due + (più) due = (uguale) quattro. Un giochino divertente proprio come quella griglia in cui bisognava inserire i dischetti dal colore rosso o blu. Forza 4. Appunto.