Prossimo Turno
Serie C - Gir. C 2601/17
Squadra
Punti
1 Foggia 85
2 Lecce 74
3 Matera 65
4 J. Stabia 64
5 Virtus F. 57
6 Siracusa 57
7 Cosenza 55
8 Paganese 50
9 Casertana 49
10 Fondi 49
11 Catania 47
12 F. Andria 47
13 Reggina 45
14 Monopoli 42
15 Messina 42
16 Akragas 39
17 Vibonese 39
18 Catanzaro 38
19 Melfi 34
20 Taranto 30
Login



Ultimi Commenti

Regolamento Stadio

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
News - Comuncati Ufficiali

REGOLAMENTO D'USO DELLO STADIO

1) Norme generali

Ai fini del presente Regolamento, valgono le seguenti definizioni:

- Per "Stadio", si intende l'intera struttura dell'impianto sportivo "Luigi Razza" di Vibo Valentia, occupata od utilizzata dalla Società U.S. Vibonese calcio S.R.L a seguito di specifica convenzione con il Comune di Vibo Valentia .

- Per "Club", si intende la Società U.S.Vibonese calcio s.r.l con sede in Vibo Valentia ,via piazza d'armi

- Per "Evento", si intende ogni manifestazione sportiva ufficiale che si svolge nello

Stadio, organizzata e gestita dalla U.S.Vibonese calcio s.r.l.

L'acquisto del titolo valido per l'accesso e la permanenza nell'area dello Stadio comportano l'accettazione del presente Regolamento.

L'obbligo del rispetto del Regolamento d'uso dell'impianto è da intendersi come condizion

indispensabile per l'accesso e la permanenza all'interno dello stadio.

L'inosservanza comporterà l'immediata risoluzione del contratto di prestazione, con la conseguente espulsione dallo Stadio del contravventore, nonché l'applicazione delle sanzioni previste dalla legge e dai regolamenti emanati dagli organi sportivi nazionali ed internazionali, dalla Lega Pro, dall'Autorità di Pubblica Sicurezza, nonché dalle disposizioni della Società U.S.Vibonese calcio s.r.l.

II Club può rifiutare l'ingresso allo Stadio alle persone che abbiano violato il presente Regolamento.

2) Norme di comportamento

a. La Società Vibonese Calcio s.r.l, in ossequio alle vigenti disposizioni di legge (art.1 quater, comma 7 bis, del OL n.28 del 24 febbraio 2003 e successive modificazioni), porre in vendita o cedere, a qualsiasi titolo, direttamente od indirettamente, alla società cui appartiene la squadra ospitata, titoli di accesso agli impianti sportivi ove tali competizioni si disputano, riservati ai sostenitori della stessa.

b. Non potranno, sempre in virtù dell'articolo sopra citato, essere venduti o ceduti a qualsiasi titolo dal Club, alla stessa persona fisica o giuridica titoli di accesso in numero superiore a quattro.

c. La Società Vibonese calcio s.r.l rilascerà, in deroga al limite numerico di cui all' art. 1 quater, comma 7 bis del DL n. 28 del 24 febbraio 2003 e s.m.i., biglietti nominativi e numerati gratuiti per minori di anni 14 accompagnati da un genitore o da un parente fino al quarto grado. L'adulto "accompagnatore" ha l'obbligo di assicurare la sorveglianza sul minore per tutta la durata della manifestazione sportiva.

d. Il titolo di accesso allo stadio è personale (nominativo e numerato) e non può essere ceduto a terzi;

e. Con l'acquisto del biglietto si riconosce al Club il diritto di effettuare controlli sulla persona ed a custodire gli oggetti ritenuti proibiti e/o pericolosi;

f. Chiunque, a qualsiasi titolo e per qualsiasi motivo, accede all'interno dello stadio è tenuto al rispetto delle regole riportate nel regolamento;

g. Per accedere all'interno dello stadio è obbligatorio esibire un biglietto nominativo e

numerato valido, tra cui sono compresi gli abbonamenti e gli accrediti;

h. Lo spettatore ha il diritto/dovere ad occupare solamente il posto assegnato;

i. Chi acquista titoli di accesso in violazione delle procedure per la separazione'ifei

sostenitori delle squadre, potrà essere espulso dallo stadio;

j. La Società U.S.Vibonese calcio s.r.l. si riserva il diritto di espellere dallo stadio chiunque

non rispetti il regolamento;

k. II club può rifiutare l'ingresso allo stadio anche in occasione di incontri successivi

alle persone che violino il regolamento;

I. Per l'accesso e la permanenza all'interno dell'impianto è richiesto il possesso di un

documento di riconoscimento valido, da esibire a richiesta del personale della società, per verificare la corrispondenza tra il titolare del tagliando nominativo e

numerato ed il possessore dello stesso.

Riassumendo:

- Durante l'accesso e per tutto il tempo di permanenza nello Stadio, i possessori di regolare titolo di accesso, che dovrà essere conservato fino all'uscita dallo Stadio e mostrato, in qualsiasi momento, a richiesta del personale preposto (steward), potranno essere sottoposti a controlli.

- Si rammenta, che gli "addetti alla pubblica incolumità" del Club nell'esercizio delle proprie funzioni, sono equiparati legalmente agli "addetti a pubblico servizio".

- L'Autorità di Pubblica Sicurezza ha facoltà di sottoporre a controlli tutte le

persone che intendono accedere o hanno avuto accesso allo Stadio.

- L'accesso e la permanenza nello Stadio saranno negati a chiunque rifiuterà di sottoporsi ai controlli da parte dell'Autorità di Pubblica Sicurezza o degli steward in ossequio a quanto previsto dal DM 8 agosto 2007.

- In ossequio a quanto stabilito dalle vigenti normative e dai regolamenti sportivi chiunque non accettasse di sottoporsi ai controlli di sicurezza, ovvero all'accertamento dello stato di alcolemia, non potrà essere ammesso all'interno dello Stadio.

Inoltre:

· Nessuno, nei settori dove sono presenti appositi sistemi per sedersi, può rimanere in piedi durante lo svolgimento della gara; tale violazione può comportare l'allontanamento dallo Stadio. All'interno det10 Stadio sono previsti solo posti a sedere.

· Per ragioni d'ordine pubblico, l'Autorità di Pubblica Sicurezza o il Club potranno limitare o interdire l'ingresso o la permanenza nello Stadio anche a soggetti che dispongono di regolare titolo di accesso.

· Non è consentito, in nessun caso, l'accesso nello Stadio a persone soggette a diffida per atti di violenza sportiva.

· Il Club non risponde per smarrimentiy incidenti o danni a persone o cose nello Stadio, salvo che il fatto non sia direttamente imputabilea sua negligenza e colpa.

· Il Club non può garantire che la gara abbia luogo nella data e nell' ora prevista; si riserva, inoltre, il diritto di "riprogrammare" la data e l'ora della gara senza alcun preawiso e senza dover incorrere in nessun tipo di responsabilità.

· In caso di Evento posposto, o annullato, il rimborso awerrà secondo quanto previsto dal contratto di acquisto del titolo di accesSO.

· Il Club non avrà nei confronti degli spettatori nessun altro obbligo, oltre a quello del rimborso del biglietto, responsabilità per qualsiasi titolo, ragione, azione.

· Il rimborso o la sostituzione del biglietto avrà luogo solo a fronte di presentazione e, quindi, restituzione dello stesso.

3) Divieti

In ossequio alla vigente normativa É VIETATO:

a. accedere scavalcando le recinzioni predisposte sul perimetro, nonché dei separatori e delle strutture in genere eludendo l'entrata regolamentare attraverso gli appositi accessi predisposti per il controllo I verifica regolarità biglietto I accredito, il riconoscimento personale e la verifica del materiale che si intende portare all'interno dello stadio;

b. usare travestimenti che non permettano di distinguere il viso;

c. l'invasione di campo, l'entrata in aree proibite o interdette alle persone non

autorizzate;

d. usare l'intimidazione, la coercizione, gli insulti o la provocazione verso altre

persone (inclusi arbitri, calciatori, dirigenti, forze dell'ordine, personale di sicurezza)

e. introdurre all'interno dello stadio: .

• armi da fuoco, materiale esplosivo, materiale pirotecnico, fumogeni, coltelli o altri oggetti da taglio, nonché qualsiasi strumento atto ad offendere;

• veleni, sostanze nocive o infiammabili;

• droghe e bevande alcoliche;

• pietre, bottiglie o contenitori di vetro ed ogni altro oggetto idoneo ad essere

lanciato;

• tartelli, stendardi orizzontali, banderuole, documenti, disegni, materiale

stampato e striscioni contenenti propaganda a dottrine politiche, ideologiche o religiose, asserzioni o concetti che incitino all'odio razziale, etnico o religioso, o che si tema possano ostacolare il regolare svolgimento della gara;

• striscioni e cartelli che, comunque, incitino alla violenza o che contengano

ingiurie o minacce. Il divieto si applica anche all'esposizione del materiale

suddetto;

• striscioni bandiere e sistemi coreografici non autorizzati in ossequio a quanto stabilito dalla vigente normativa che disciplina le modalità di introduzione di striscioni, bandiere o altri sistemi coreografici all'interno dell'impianto sportivo

f. compiere qualsiasi forma di discriminazione razziale etnica o religiosa, i cori e qualsiasi manifestazione di intolleranza;

g. accedere e trattenersi allo stadio in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti e psicotrope;

h. sostare in prossimità di passaggi, le uscite e gli ingressi, lungo le vie di accesso. di esodo ed ogni altra via di fuga;

i. arrampicarsi sulle strutture dello stadio;

j. danneggiare o manomettere in qualsiasi modo strutture, infrastrutture e servizi dell'impianto, compresi quelli elettrici di sicurezza, antincendio, erogazione acqua I gas, ecc;

k. avere comportamenti riconducibili all'oltraggio nei confronti degli steward o altro personale della società addetto alla sicurezza di tutti i frequentatori dello Stadio;

I. entrare o parcheggiare ogni tipo di veicolo in luoghi diversi dalle aree destinate alloro parcheggio;

m. condurre attività commerciali o promozionali, fare mostra di materiale pubblicitario, raccogliere donazioni, se non preventivamente autorizzate e regolamentate dalle vigenti norme di sicurezza, pena la confisca del materiale oggetto di dette attività proibite;

n. gettare spazzatura, o altro materiale di scarto, in luoghi non previsti per tale scopo;

o. altre azioni che. a giudizio del personale di sicurezza, costituiscano o possano costituire ostacolo alla conduzione o alla prosecuzione della gara, oppure siano o possano essere di fastidio o pericolo per altre persone.

4) Avvertenze

- Per le modalità di introduzione all'interno dello stadio di striscioni, bandiere e sistemi coreografici preventiva mente autorizzati, si rimanda al documento 8 marzo 2007 dell'Osservatorio Nazionale sulle manifestazioni sportive

- i seguenti comportamenti costituiscono reato ai sensi della Legge 401 del 13 dicembre 1989 e succo modifiche e sono puniti con sanzioni amministrative e penali quali il divieto di accesso negli stadi e, nei casi più gravi, con l'arresto:

• ostentazione di emblemi o simboli di gruppi o associazioni che diffondano la discriminazioni o la violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;

• lancio pericoloso di oggetti;

• aver incitato o inneggiato o indotto alla violenza nel corso di competizioni agonistiche.

5) Trattamento dei dati personali

Il trattamento dei dati personali é effettuato secondo le vigenti disposizioni in materia di protezione dei dati personali di cui al Decreto legislativo 30 giugno 2003, n°196 e del

decreto del Ministero dell'Interno del 6 giugno 2005.

I dati personali rilevati dal Club,a fronte della vendita di valido titolo di accesso allo Stadio saranno registrati su supporto informatico e, quindi, cancellati trascorsi sette giorni dallo

svolgimento dell'Evento a cui si riferiscono.

Il periodo sopra citato può essere aumentato a seguito di specifica richiesta da parte delle

Autorità di P.S.

Nel frattempo i dati personali saranno protetti secondo vigente normativa.

I dati di cui sopra potranno essere visionati per scopi di giustizia sportiva dal delegato della

Lega Pro o della Lega Nazionale Professionisti e potranno essere altresì consegnati, in

caso di richiesta, alla Autorità di Pubblica Sicurezza o Giudiziaria.

6) Ulteriori clausole regolamentari

Il presente Regolamento è soggetto a possibili variazioni conseguenti all' entrata in vigore di nuove leggi e/o decreti e regolamenti comprese le specifiche indicazioni della Lega

Calcio Serie C.

Share
 
Ultima partita
28-05-2017 17:00
 
Vibonese 1 : 1 Catanzaro
Cerca
Fornitori ufficiali

sixtus

Tifosi Online
 54 visitatori online
Banner
Banner